Trasporti internazionali economici

Trasporti internazionali economici
Chiedi un preventivo per
Trasporti eccezionali Richiedi un preventivo gratis

I trasporti internazionali di merci sono sempre più oggetto di valutazione da parte degli attori interessati. Cerchiamo di capire insieme quali sono i fattori che ne influenzano il costo

L’indagine sui costi del trasporti internazionali su strada, condotta dalla Banca d’Italia, ha preso in considerazione un campione di 48 operatori che hanno una movimentazione aggregata annua pari a circa 40 milioni di tonnellate e un fatturato medio per operatore pari a circa 45 milioni di euro. Le spedizioni hanno evidenziato una prevalenza di flussi export e import da e verso l’Europa occidentale (Francia, Germania, Benelux, Austria e Svizzera), seguita dalla Penisola Iberica e dal Regno Unito. Le rilevazioni hanno riguardato sia trasporti internazionali a carico completo che trasporti internazionali nella modalità groupage; va infatti sottolineato come l’evoluzione del settore registri una quota sempre crescente di trasporti internazionali frazionati; questo impone agli operatori di lavorare in una logica di ottimizzazione di piccole partite di merce a scapito della più agile, e a minor valore aggiunto, gestione dei trasporti internazionali a carico completo. Cerchiamo dunque di analizzare insieme quali fattori concorrono a formare il prezzo per il carico ‘groupage’ e per il carico ‘completo’.

La scomposizione dei costi per i trasporti su gomma

Non risulta di facile elaborazione l’incidenza media delle singole voci di costo per quanto riguarda i trasporti internazionali su gomma, in quanto gli spedizionieri spesso acquistano dai vettori il servizio di trasporto completo, rivendendolo al cliente finale senza conoscerne in dettaglio le voci di costo. Sulla base soprattutto delle informazioni ottenute dalle imprese di autotrasporto che operano anche a livello internazionale, è stata comunque stimata un’incidenza rispetto al nolo che in media risulta così composta:

  • il pedaggio è pari a circa il 17%;
  • il costo del personale è pari a circa il 33%;
  • il costo del carburante è pari a circa il 31%;
  • il costo delle assicurazioni è pari a circa il 6%;
  • i costi delle commissioni sono pari a circa il 9% del nolo, ma vengono applicate solo da spedizionieri e agenti (l’incidenza per il totale di mercato si può considerare pari al 3%);
  • i costi di handling incidono in modo particolare sulle spedizioni di tipo groupage.

I dati analizzati dai questionari sottoposti agli attori dei trasporti internazionali su gomma, hanno evidenziato dei valori (media import-export) tra i quali spiccano le dimensioni medie ridotte dei carichi che caratterizzano i traffici con Est Europa, Egeo e Nuovi Stati Membri e il valore sensibilmente più elevato rispetto alla media nell’ambito degli scambi con la Penisola Iberica e la Scandinavia. È stato calcolato anche il costo chilometrico e il costo medio di andata e ritorno (c.d. “round trip”). I valori più elevati si registrano per le regioni alpine, la Germania e la Francia.

Le tariffe del “groupage” nei trasporti internazionali

Con il termine groupage, si indica un tipo di spedizione sempre più in auge nel commercio internazionale, consistente nel raggruppare partite di merci provenienti da mittenti diversi di un certo Paese e indirizzate a destinatari diversi di un altro Paese, le quali prese singolarmente non sarebbero sufficienti al completamento di un carico. Le merci di vari mittenti vengono così raggruppate, in modo da costruire un unico lotto per la spedizione o i trasporti nazionali o internazionali, che successivamente sarà introdotto in un’unica unità di carico con un’operazione detta di consolidamento.

Il servizio groupage risulta avere tariffe molto più elevate rispetto al servizio carico completo, in quanto prevede normalmente l’utilizzo di altri mezzi per la raccolta e la distribuzione, il passaggio a magazzino e la composizione del carico, le attività logistiche ausiliarie che hanno costi non trascurabili. Le spedizioni sono caratterizzate da quantità paganti molto variabili, che vanno da 1 quintale fino a 5 tonnellate. La quota di mercato dei trasporti groupage è stimata pari al 32% del totale trasportato. Le stime dei noli relative ai trasporti groupage sono state estrapolate da un campione di 432 spedizioni (318 in export e 114 in import). Le tariffe applicate sono analoghe sia per l’import che per l’export.

I trasporti internazionali su nave. La composizione dei costi.

Per quanto riguarda il servizio marittimo é importante precisare e distinguere tra FCL (Full Container Load) e LCL (Less than Container Load). Per FCL (Full Container Load) s’intende una spedizione sufficientemente voluminosa da poter riempire un intero container mentre in caso di LCL (Less than Container Load) il container viene condiviso.

Nel servizio marittimo di trasporti internazionali (nel caso di LCL), la tassazione è applicata per metro cubo o per tonnellata in base al rapporto: 1 metro cubo = 1 tonnellata, espresso nella formula W/M. La tariffa si moltiplicherà per il volume se in termini assoluti il valore in metri cubi è maggiore del valore in tonnellate e viceversa per il peso se il valore espresso in tonnellate é maggiore a quello espresso in metri cubi.

Come calcolare il valore tassabile nelle spedizioni via nave.

Qualche esempio:
Dovete spedire 20 bancali via nave ognuno dei quali pesa 275 kg e ha le seguenti dimensioni: lunghezza 118 cm (1,18 mt) X larghezza 79 cm (0,79 mt) X altezza 90 cm (0,9 mt) = 0,84 metri cubi che moltiplicati per 10 danno un valore in metri cubi pari a 16,8.
Per calcolare il peso non dovrete far altro che moltiplicare 275 X 20=5500 chilogrammi ovvero 5,5 tonnellate.
Essendo 16,8 maggiore di 5,5 in valore assoluto, l’armatore addebiterà un costo risultante dalla moltiplicazione tariffa per i metri cubi.

Dovete spedire 35 bancali via nave ognuno dei quali pesa 1200 kg e ha le seguenti dimensioni: lunghezza 120 cm (1,2 mt) X larghezza 80 cm (0,8 mt) X altezza 100 cm (1 mt) = 0,96 metri cubi che moltiplicati per 35 danno un valore in metri cubi pari a 33,6.
Per calcolare il peso dovrete moltiplicare 1200 X 35=42.000 chilogrammi ovvero 42 tonnellate.
In questo caso essendo 42 maggiore di 33,6 in valore assoluto, l’armatore addebiterà un costo risultante dalla moltiplicazione tariffa per tonnellate.

I trasporti internazionali via aerea. La composizione dei costi

Sono diverse le compagnie aeree che si occupano del trasporto merci oltre che del trasporto passeggeri e ovviamente ognuna di queste applica tariffe diverse in base al tipo di servizio scelto e alla tratta da percorrere. Le più importanti compagnie aeree cargo al mondo sono:  FedEx Express, UPS Airlines, Cathay Pacific Cargo, Korean Air Cargo, Emirates SkyCargo, Lufthansa Cargo, Singapore Airlines Cargo, China Airlines Cargo,EVA Air Cargo e Air France Cargo. Sul sito di ognuna di queste compagnie è possibile trovare un tariffario che indica per ogni singola destinazione e per ogni tipo di servizio (più o meno urgente) il valore della tariffa per kg tassabile.

Come noto il trasporto aereo è estremamente più costoso rispetto a quello via nave o su gomma ma spesso, tragitti troppo lunghi e tempi troppo brevi, non lasciano molta scelta agli imprenditori. In assenza di un’alternativa conoscere come le compagnie aree stabiliscono il costo del trasporto può essere utile anche per scegliere nel modo giusto.
Nel servizio areo il costo della spedizione si calcola moltiplicando la tariffa per i Kg tassabili che a loro volta vengono calcolati in base al peso della merce ed al volume d’ingombro della stessa. Il rapporto peso volume è molto semplice, per ogni metro cubo d’ingombro si stima un peso di 167 kg (formula: 1 CBM = 167 kg) ma se il peso eccede la stima la tassazione verrà applicata sul peso reale.

Come calcolare i chilogrammi tassabili nelle spedizioni aeree.
Qualche esempio:

Dovete spedire un collo per via aerea che pesa 105 kg e con le seguenti dimensioni: lunghezza 118 cm (1,18 mt) X larghezza 79 cm (0,79 mt) X altezza 90 cm (0,9 mt) = 0,84 metri cubi.
La compagnia aerea in questo caso vi addebiterà un costo legato ad un peso stimato della merce pari a  0,84 X 167 = 133,6 kg ovvero 28,6 kg in più rispetto al peso reale.

Dovete spedire un collo per via aerea che pesa 180 kg e che ha le seguenti dimensioni: lunghezza 120 cm (1,2 mt) X larghezza 80 cm (0,8 mt) X altezza 100 cm (1 mt) = 0,96 metri cubi.
La compagnia aerea in questo caso farà il seguente calcolo 0,96 X 167 = 160, 32 ma essendo il peso reale (180 kg) superiore a quello tassabile, la tassazione verrà applicata sul peso reale.

Dall’analisi effettuata risulta evidente che il trasporto via nave è molto più economico rispetto a quello aereo. Di contro la spedizione via nave comporta una serie non trascurabile di complessità prima fra tutte il tempo.

In conclusione, è bene valutare con attenzione il tipo di spedizione più adatta per la propria impresa e capire se ci si può permettere il lusso di tempi lunghi o il lusso di costi alti.

N.B: Macingo.com può aiutarvi nella scelta dei trasportatori migliori a livello internazionale, quelli per intenderci, che saranno in grado di organizzare i vostri trasporti e le vostre spedizioni nel modo più economico, veloce e facile. Provate a inserire una richiesta di trasporto sul sito www.macingo.com e il nostro team sarà in grado di aiutarvi mettendovi in contatto con i migliori professionisti del settore. Anche i vostri trasporti internazionali saranno un gioco da ragazzi con i suggerimenti giusti.

Avete tutte le informazioni che vi necessitano per arrivare alla scelta più giusta. Non perdete altro tempo 😉

Scegli uno dei nostri migliori trasportatori!

Richiedi un preventivo gratis per Trasporti eccezionali

INVIA LA TUA RICHIESTA GRATIS
RICEVI PREVENTIVI GRATIS
SCEGLI IL PREVENTIVO MIGLIORE

Lascia un commento