Studente fuori sede: consigli per spedizione pacchi


17 dicembre 2015 - Argomento Traslochi
Lontani da casa, amici, famiglia e cibi preferiti, causa studio/lavoro? niente paura, ci pensano i professionisti del trasporto a basso costo a recapitarti tutto ciò di cui hai bisogno nella città in cui ti sposterai. Seguici...
consigli per spedizione pacchi studenti fuori sede

Sei uno studente fuori sede e vuoi risparmiare sulla spedizione dei tuoi pacchi e pacchetti nella città in cui andrai a vivere? Niente paura ti aiutiamo noi 😉

Non vivere più a casa con i propri genitori rappresenta un grosso cambiamento nelle vite di ognuno di noi. Spesso questo momento coincide con il primo anno di università.Nuova vita, nuovi amici e anche nuove sfide da affrontare. Essere uno studente fuori sede implica nuove responsabilità e impegni che non pensavi di doverti assumere.

Ecco una guida pratica per non lasciarsi abbattere nei momenti di difficoltà! Basta poco per stare bene, la compagnia e i pacchi della mamma sicuramente aiutano.

MANGIARE

Per la prima settimana avrai molte cose importanti a cui pensare che cucinare sarà l’ultima delle cose di cui ti preoccuperai. Ma dopo il primo mese, stanne certo, arriverà il momento in cui avrai voglia di mangiare qualcosa di diverso.

La soluzione migliore è quella di organizzarsi con i propri coinquilini per cucinare e mangiare assieme.

E che dire del famigerato “pacco della mamma”. Quale studente fuori sede non si è mai fatto recapitare a casa una casettina con dentro tutte le provviste preparate dalla mamma? La dinamica è sempre la stessa. C’è un parente che passa dalle tue parti e tua madre lo incarica di portare le provviste(manco fossi in guerra!) a quel povero bambino (che saresti tu!).

In alternativa, se non hai parenti che viaggiano lungo lo stivale ti puoi affidare ai trasportatori che fanno questo per mestiere. Ormai puoi contattarli attraverso una delle tante piattaforme nate negli ultimi anni.

Una delle più famose è www.macingo.com;sulla homepage del sito devi solo indicare cosa devi trasportare, da dove a dove e inoltrare la richiesta. In poche ore verrai contattato da un trasportatore che passerà sotto casa dei tuoi per essere il giorno dopo da te con i sughi pronti fatti da mamma! Il trasportatore non sarà bello come tua madre, ma la consegna sarà sicuramente molto gradita! Ecco qualche consigli per preparare un pacco da spedire.

IMPEGNI AMMINISTRATIVI E CASALINGHI

Gli impegni sono diversi. Da come sottoscrivere un contratto di acqua, luce e gas, a saper gestire un budget mensile. Quando sei all’università il tempo è fondamentale quindi, non rimandare a domani quello che puoi fare oggi!

Per fare alla svelta, chiedi consigli e consulta i forum sul web.Ci sarà già una risposta a tutti i tuoi “ma come si fa a…”. Devi anche trovare il tempo per pulire casa, fare la lavatrice e la spesa, senza però dimenticarti che sei li per una sola ragione: studiare!

Dovrai imparare anche a resistere alla tentazione di abbandonarti sul divano a guardare la TV o video demenziali sul tuo pc…come motivarsi? Alcuni studenti hanno difficoltà asvegliarsi presto la mattinae andare al letto la sera prima di mezzanotte. Non sanno come gestire in totale autonomia il proprio tempo.Ecco alcuni stimoli per filare dritto!

AMICI

Allontanarsi da casa significa anche dividersi dagli amici di sempre, dalla propria città e quindi da quelli che erano i tuoi punti di riferimento. Devi subito metterti in condizione di incontrare nuove persone. Il tempo del liceo è finito. L’università con i suoi anfiteatri, le sue lezione seguite da centinai di studenti porta facilmente all’anonimato.

Per incontrare e conoscere nuove persone passa più tempo possibile negli ambienti universitari. Arrivare a lezione 10-15 minuti prima dell’inizio della lezione o studiare in biblioteca può essere un buon inizio.

Prendi informazioni sulle associazioni sportive dell’università ed entrane a far parte. Non c’è niente di meglio che fare una partita a calcetto o una lezione di pilates per conoscere gente nuova.

Vedrai, con un gruppo di amici sarà più facile organizzare la tua giornata tipo. Nonostante tutto, potrai avere momenti nei quali sarai giù di morale e ti sembrerà di non farcela. In quei momenti parla con un amico, chiama la tua famiglia o se non ti va, consolati pensando al fatto che succede continuamente a tutti gli studenti. Accidenti, non siamo mica macchine!

 

Il primo scopo di uno studente fuori sede è sicuramente quello di laurearsi, ma per farcela non c’è solo bisogno di superare gli esami. Il benessere psicofisico è fondamentale! Per questo ci vogliono dei buoni amici, qualche partita a calcetto e tanti pacchi della mamma pieni di leccornie 😉

Aspettiamo le tue richieste… Ti aiutiamo noi di Macingo.com 😉