Anche gli pneumatici inquinano… ma arrivano le soluzioni ecologiche!

Anche gli pneumatici inquinano… ma arrivano le soluzioni ecologiche!
Hai bisogno di un trasporto?
Ci pensiamo noi! Richiedi un preventivo gratis

Quando si parla di inquinamento prodotto dai veicoli si pensa subito al carburante… In realtà non è l’unico colpevole.

L’allarme inquinamento non si fa sentire solo in India o in Cina; secondo un’indagine di Legambiente anche la situazione in Italia desta non poche preoccupazioni. L’associazione ambientalista ha scoperto che sono almeno 32 i capoluoghi di provincia italiani ad aver superato la soglia limite di polveri sottili nel 2016.

 

Le cause? Al primo posto c’è il riscaldamento domestico, e i principali colpevoli sono i vecchi camini e le stufe; una buona percentuale di pm10 nocive è rilasciata nell’atmosfera da impianti industriali e agricoli. E poi c’è ovviamente il traffico urbano.

 

Ma quando si parla di traffico non si deve pensare solo alle emissioni di gas prodotte dai veicoli; di grande impatto infatti sono anche le polveri rilasciate dal logorio dei freni e dal consumo degli pneumatici.

 

 

Perché gli pneumatici inquinano l’ambiente?

 

È necessario migliorare gli pneumatici per renderli non solo più sicuri, più longevi, più performanti e quindi capaci di fare risparmiare carburante al veicolo, ma anche meno inquinanti.
Il pneumatico, sopportando il peso dell’intero veicolo, si consuma sull’asfalto, producendo piccoli frammenti di gomma, conosciuti come polvere di pneumatico o particolato (PM). Questo va nell’aria o si deposita sulla strada, secondo il peso, vento ecc. Fino agli anni 80 si è pensato che il particolato dei pneumatici non entrasse nei polmoni; oggi invece questo avviene per il 60% del PM prodotto.

 

Gli idrocarburi poliaromatici (IPA) sono componenti chimici presenti negli oli utilizzati durante la produzione delle gomme. Si disperdono nell’ambiente sotto forma di vapori durante l’uso dei pneumatici e sono tossici e cancerogeni.

 

 

Leggi anche Come risparmiare e ridurre l’inquinamento alla guida: le 10 regole

 

 

Arriva la soluzione ecologica al problema…

 

E si chiama Vision. È il progetto ambizioso di Michelin, che vuole rivoluzionare il mondo dello pneumatico. La nuova gomma infatti è senza aria, composto unicamente da materiali provenienti da fonti sostenibili, connesso, personalizzabile e completamente biodegradabile.

Michelin, infatti, con questo progetto vuole ridurre al minimo l’impatto ambientale dovuto alla produzione degli pneumatici e al loro smaltimento. Il pneumatico Vision si compone di materiali derivati da trucioli di legno, paglia, zucchero, residui zuccherini e bucce d’arancia. La gomma naturale utilizzata proviene unicamente da piantagioni rispettose dell’ambiente.
Tutto questo per rispondere meglio a tutte le esigenze degli automobilisti di oggi e soprattutto a quelli che sceglieranno i veicoli green del domani.

 

 

vision pneumatico 3d gli pneumatici inquinano
Ma gli pneumatici del futuro, oltre ad essere senza aria e ricaricabili, sfrutteranno la rivoluzione digitale e saranno connessi con gli smartphone.
Il conducente infatti potrà monitorare lo stato delle gomme della sua auto dal suo smartphone o dal pc di casa. Se ad esempio si abbassa la temperatura, è il momento di montare le gomme invernali o si sta andando in montagna, il sistema invia un messaggio all’utente fornendogli il luogo dove è installato una particolare stazione con 4 stampanti, una per ruota.

 

 

Scegli uno dei nostri migliori trasportatori!

Richiedi un preventivo gratis

INVIA LA TUA RICHIESTA GRATIS
RICEVI PREVENTIVI GRATIS
SCEGLI IL PREVENTIVO MIGLIORE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *