Il giro del mondo in 80… minuti (anche meno). A cura di Elon Musk!


29 settembre 2017 - Argomento Macingo
Musk dopo Hypeloop e Space X presenta un nuovo ambizioso progetto: il razzo BFR che potrà far volare i passeggeri da un capo all'altro della terra in poco meno di un'ora!
musk razzo bfr

No, non è una rivisitazione in chiave moderna del famoso romanzo avventuriero. Ma una nuova scommessa del poliedrico Musk.

Si sempre lui, l’uomo dalle mille idee: Elon Musk. Dopo Hyperloop lancia una nuova sfida al mondo dei trasporti: secondo lui le alte velocità, oltre ai tunnel sotterranei che stanno già prendendo forma, si possono raggiungere anche ad alta quota con dei razzi.

E ovviamente non solo per andare sulla Luna (per il momento), ma per viaggiare comodamente da un capo all’altro del pianeta in tempi ristrettissimi.

 

 

Razzo Bfr: l’ultima genialata di Musk

 

Una proposta davvero ambiziosa quella che l’imprenditore sudafricano ha presentato in Australia, ad Adelaide, all’International Astronautical Congress. Un veicolo straordinario (nel vero senso della parola): un razzo, più piccolo dei modelli precedenti da lui immaginati, ma più grande di qualsiasi missile mai lanciato.

 

Il suo nome, temporaneamente, è Bfr (Big Fucking Rocket) e sarà in grado di far volare i suoi passeggeri da una parte all’altra del mondo in poco meno di un’ora. Al momento non si è a conoscenza di maggiori dettagli, ma la proposta sta già facendo discutere non solo gli appassionati di imprese spaziali.

 

 

Leggi anche: Il patron di Tesla vuole creare delle autostrade sotterranee per dire addio al traffico!

 

 

L’idea è quella di costruire rampe di lancio nei pressi delle grandi città in giro per il mondo. Da New York, Tokyo, Londra, Dubai e Shangai partirà una grande astronave verso l’orbita terrestre, che avrà poi la capacità di compiere le manovre necessarie per un rientro automatico sulla terra nella città di destinazione.

 

Musk non abbandona ovviamente l’idea di costruire un sistema di trasporto interplanetario: il suo obbiettivo è arrivare fin su Marte, colonizzare il pianeta rosso, e poter fare dei viaggi in orbita intorno alla Luna.

 

 

 

 

Alcuni numeri e qualche indiscrezione sul Bfr

 

Il mega missile, con un diametro di 9 metri, sarebbe più potente dei precedenti. Il Bfr sarebbe in grado di trasportare 40 cabine contenenti ciascuna due o tre persone, per un totale di circa 100 passeggeri e 150 tonnellate di materiali.

I costi stimanti di questo progetto ammontano a circa 10 miliardi di dollari (quasi 8 miliardi e mezzo di euro) e per il primo lancio bisognerà attendere il 2024.

In una simulazione video, Elon Musk ha mostrato una piattaforma nelle acque di New York da cui parte il razzo che fa volare i passeggeri a una velocità massima di 27000 km/h. Si potrà andare da New York a Shanghai in soli 39 minuti di volo, da New York a Parigi in 30 minuti, o da Hong Kong a Singapore in 22 minuti.

 

Musk ha aggiunto su Instagram che ogni parte del pianeta sarà raggiungibile in meno di un’ora, al costo di un normale volo aereo.

 

Sarà vero? Non ci resta che attendere…

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *