Dalla Cina le bici che ripuliscono l’aria dallo smog


25 luglio 2017 - Argomento Macingo
Anche i mezzi di trasporto più piccoli possono fare la loro parte contro lo smog. In Cina arrivano le Smog Free Bycicle, le bici che ripuliscono l'aria inquinata.
bici che ripuliscono l'aria

Pedalando queste bici catturano l’aria inquinata, la filtrano e la rilasciano pulita!

È da sempre il mezzo di trasporto più green che esista. Oltre a limitare i danni per l’ambiente poi fa anche bene alla salute. Ma oggi alla bicicletta viene affidato un altro importante compito: quello di eliminare lo smog. Potrebbe sembrare assurdo o irreale ma invece è proprio così: in Cina nascono le bici che ripuliscono l’aria dallo smog.
Si chiamano Smog Free Bycicle: delle vere e proprie bici aspira smog che rilasciano aria pura.

 

 

L’idea arriva in uno dei paesi più inquinati al mondo

 

La Cina è uno dei paesi più inquinati del pianeta. Questo nuovo progetto spera di utilizzare il potere del pedale per aiutarla a liberarsi della sua aria piena di smog.
Il piano fa parte di un progetto più ampio che include anche delle torri (Smog Free Tower) che utilizzano la stessa tecnologia. La torre cattura l’aria, la depura e la riemette; da questo processo inoltre si ricavano delle pietre che vengono riutilizzate per realizzare gioielli. Le biciclette, in sostanza, funzionano allo stesso modo mentre si pedala.

 

 

Le bici che ripuliscono l’aria sono opera di Roosegarde

 

L’artista olandese Daan Roosegaarde è famoso in tutto il mondo per tutti le sue creazioni, capaci di creare nuovi e sorprendenti rapporti tra l’uomo, la città, la tecnologia e l’ambiente.
Prima di arrivare alla bicicletta mangia smog, Roosegaarde aveva stupito alcune tra le metropoli più inquinate del pianeta con la Smog Free Tower, che lui stesso definì come «la più grossa aspirapolvere del mondo».

Grazie ad una speciale tecnologia agli ioni queste torri sono infatti in grado di pulire l’aria circostante, rendendola fino al 75% più pura.

 

Scopri anche Il primo cartellone pubblicitario che “mangia” lo smog: The Breath!

 

 

Le torri di Roosegaard sono state installate a Rotterdam, Pechino e Tientsin. Ed è proprio il governo centrale di Pechino ad essersi mostrato particolarmente interessato all’ultima idea dell’artista olandese, ovvero la bicicletta mangia smog.

 

 

Dalle torri alle bici aspira smog

 

La notizia di questo progetto è stata diffusa ufficialmente durante il World Economic Forum / AMNC17, a Dalian. Lo stesso Roosegaarde ha viaggiato per la Cina sia per promuovere il suo progetto sia per raccogliere spunti interessanti.

Naturalmente, percorrere in bicicletta le strade di città come Pechino è da tempo un’impresa quasi impossibile per via dell’inquinamento che in certi giorni addirittura le paralizza. Esistono in Cina molte iniziative di bike sharing come Mobike, che soltanto nella capitale ha oltre un milione di biciclette disponibili.

Anche se attualmente le bici che ripuliscono l’aria si trovano alla prima fase di prototipazione, resta comunque evidente la voglia di cambiamento. Roosegaarde ha colto in pieno questo spirito e questi speciali veicoli sono destinati a diventare un mezzo per liberare lo smog dalle città, generando aria pulita semplicemente… pedalando.

 

 

Noi ci auguriamo che questo sia solo l’inizio.

Chissà che un giorno anche le auto o i camion possano diventare dei “filtri anti smog”… 😉

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *