Tanti Auguri Ciao: il motorino di Piaggio compie 50 anni!


19 maggio 2017 - Argomento Macingo
Compie 50 anni anche se non li dimostra affatto: il Ciao di Piaggio è uno dei veicoli a due ruote più emblematici del secolo scorso!
ciao piaggio 50 anni

È uno dei ricordi più belli di gioventù: tutti almeno una volta hanno fatto un giro sul fantastico Ciao di Piaggio!

Guidato, amato e collezionato: il Ciao di Piaggio è uno dei simboli italiani che ha segnato un’epoca e diverse generazioni. Lanciato nel 1967, divenne subito «il motorino» per eccellenza. Uscì di produzione nel 2006, ma la sua storia non è mai finita. Perché è ancora su strada.

 

 

Era il sogno di tutti i ragazzi

 

Leggero (solo 40 kg di peso), maneggevole e facile da guidare: fu proprio la sua semplicità a conquistare tutti. La sua storia nasce nel 1955, anno in cui venne creato il primo prototipo di Corradino d’Ascanio, il “padre” della Vespa e della Moto Ape. Quel prototipo però non arrivò mai in produzione. Solo dopo 12 anni, precisamente l’11 ottobre 1967, fu lanciato a Genova, all’auditorium della Fiera del Mare e poi fu presentato ufficialmente al Salone del Ciclo e del Motociclo di Milano nel mese di novembre.

 

 

Leggi anche Gita e Kilo: Piaggio lancia due robot porta pacchi autonomi

 

 

Anche il prezzo fu sempre competitivo!

 

Questo “sogno” chiamato Ciao costava solo 55.000 lire, aveva i freni tipo bicicletta, il motore orizzontale e la struttura portante in acciaio stampato. I giovani lo sfoggiavano per fare bella figura davanti alla scuola con qualche ragazza, ma salirci in due era un po’ complicato: uno in punta al sellino, l’altra nello spazio rimanente. E i libri dietro, sul portapacchi, assicurati con un elastico-ragno. Del casco, allora, non c’era bisogno, anzi non costituiva obbligo. Il parapioggia si montava “a parte”.
A metà anni Settanta il Ciao è già mito, il fanale anteriore è diventato grigio alluminio e pure i fianchetti laterali, il manubrio è a U e alle estremità dei freni c’è una pallina che permette di non farsi male quando si stringe l’asta.

 

A farlo entrare ancor di più nell’immaginario collettivo contribuì la pubblicità: indimenticabili gli slogan sui cartelloni come “Liberi chi Ciao” e lo spot in Carosello, indimenticabile trasmissione televisiva di quegli anni.

 

ll Ciao uscì di scena nel 2006, con il modello Ciao KAT Euro2, lanciato nel 2003, non molto diverso dalla versione originale. Ma il motorino di Piaggio vive ancora oggi nel mercato del vintage e dei raduni.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *