A Londra l’asfalto sostenibile è fatto con rifiuti di plastica


22 marzo 2018 - Argomento Macingo
Il manto stradale di un piccolo comune Londinese è stato rifatto con un mix di materiale riutilizzato dai rifiuti. Il progetto è sperimentale ma potrebbe essere esteso ad altre zone della città!
asfalto rifiuti di plastica

Un comune nel distretto londinese dice addio alle buche grazie ad un particolare asfalto ottenuto da rifiuti di plastica

Tutto potevamo immaginare tranne che l’asfalto, solitamente composto da bitume, potesse diventare green! E invece le principali arterie stradali di Enfield, piccolo comune londinese, sono state ricoperte di un particolare asfalto ottenuto da rifiuti di plastica riciclati.

 

Sarà capitato certamente a tutti di vedere almeno una volta dei documentari o dei servizi in TV che denunciano una massiccia presenza di plastica nell’ambiente. Il problema non va affatto sottovalutato: questa enorme massa di plastica può mettere a repentaglio la vita di milioni di esseri viventi, uomo compreso. Numerosi associazioni si mobilitano ogni giorno per contrastare questo fenomeno anche con idee innovative. Tra queste, dal Regno Unito arriva l’asfalto ottenuto dai rifiuti plastici.

 

Leggi anche Strada fotovoltaica: l’asfalto produce energia pulita

 

 

In un quartiere nella parte settentrionale di Londra è stato steso un manto stradale del tutto originale, prodotto dalla ditta scozzese MacRebur. Questo asfalto contiene al suo interno una percentuale di plastica riciclata, più morbido e resistente del tradizionale asfalto, che conferisce alla strada una maggiore stabilità rallentando perfino la formazione di buche.

 

 

L’asfalto green di Londra

 

A spiegarne la composizione è proprio il sito della MacRebur; quello utilizzato per la costruzione di strade è “un mix di polimeri accuratamente selezionati e progettati per migliorare la resistenza e la durata dell’asfalto riducendo la quantità di bitume necessaria nel mix. Sono realizzati con materiali di scarto al 100%. I prodotti offrono un modo unico di migliorare l’asfalto offrendo una soluzione economica e duratura”.

 

L’ente responsabile dei trasporti di Londra si è già dichiarato entusiasta di questo esperimento. Ha annuncia inoltre lo stanziamento di ulteriori fondi per perfezionare il materiale e utilizzarlo in altre zone della città, man mano che si renderà necessaria la sostituzione o la manutenzione del manto stradale.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *