Sharing mobility: condividere è meglio

Sharing mobility: condividere è meglio
Hai bisogno di un trasporto?
Ci pensiamo noi! Richiedi un preventivo gratis

Sharing is the new buying. La pratica della condivisione si è ormai guadagnata una grandissima popolarità, anche in ambiti della vita in cui fino a qualche anno fa non era nemmeno un’ipotesi contemplata. Sharing mobility: condividere è meglio e proprio per questo sono nate iniziative di car pooling, car sharing, scooter sharing, bike sharing etc.

Per andare incontro alla sostenibilità ambientale, nascono di continuo nuove iniziative di condivisione, e non solo per spostamenti o spedizioni. Qui di seguito trovate qualche idea per accogliere lo sharing nella vostra quotidianità.

SHARING MOBILITY

Se da un lato la Generazione X non vedeva l’ora di mettere da parte un gruzzoletto per comprarsi un’auto, dall’altro possedere questo mezzo, simbolo di indipendenza e di libertà, non sembra essere una priorità per i Millenials.

Soprattutto nelle grandi città, meglio ancora, nelle smart city, spopola la sharing mobility. Che bisogno c’è di possedere un’auto, con annessi costi e problemi di parcheggio, quando posso noleggiarne una, magari un’elettrica, solo quando ne ho bisogno? A questa domanda in moltissimi rispondono con una subscription a molteplici servizi di sharing, che soddisfano le esigenze più disparate: viaggi in auto di ore e ore con altre persone o viaggi di qualche minuto in solitaria, uno spostamento veloce in bicicletta con le piattaforme di bike sharing o un salto al supermercato con un motorino elettrico. In molte città, queste soluzioni sono le più sostenibili: fanno felice il portafoglio e soprattutto danno una grossa mano all’ambiente.

ALTRE INIZIATIVE DI SHARING

Un altro bene che negli ultimi anni si tende a comprare di meno è la casa. Oltre alla tradizionale formula dell’affitto, in diverse città del mondo, sta prendendo piede il fenomeno del cohousing. Questa tendenza permette ai Millenials di condividere i propri spazi per socializzare tra le mura domestiche, ma soprattutto per risparmiare.

Le abitazioni oggi si aprono più facilmente all’altro e per ogni esigenza esiste una piattaforma dedicata. Ci sono servizi per le persone che vogliono affittare casa ai turisti quando si assentano per qualche tempo, ma anche iniziative socialmente utili come quelle che mettono in contatto persone che vivono sole, soprattutto anziane, con ragazzi giovani che cercano una stanza in affitto.

DIGITALIZZAZIONE AIUTA LE COMMUNITY A CONDIVIDERE

Ma le iniziative di condivisione hanno pervaso molti altri aspetti della vita quotidiana, soprattutto grazie alla digitalizzazione, che ha facilitato l’accessibilità ai servizi e la formazione di community.

Vi è mai capitato di pensare “mi servirebbe questo oggetto, ma solo per questo giorno!” Probabilmente qualcuno ha già pensato a una risposta per il vostro problema. Qualche esempio? Esistono siti che noleggiano attrezzi da lavoro o utensili particolari per chi non li usa tanto spesso. Ad Amsterdam ci sono persino diversi “repair café”, caffetterie dove poter riparare mobili, elettrodomestici o abiti con attrezzi messi a disposizione dal locale.

O ancora, per Expo 2015, le mamme di Milano si sono ingegnate per facilitare la vita alle turiste che avrebbero visitato l’esposizione con i propri bambini, creando una community basata sulla sharing economy: le mamme in visita hanno potuto viaggiare leggere, perché avrebbero trovato passeggini, culle e vari accessori direttamente a Milano grazie all’organizzazione delle mamme della community.

Speriamo che queste dritte sulla sharing economy possano tornarvi utili nella vostra routine. E per il prossimo viaggio, che sia una vacanza in macchina o la spedizione di un pacco, ricordate che è sempre meglio viaggiare a pieno carico. Noi di Macingo lo sappiamo bene: sharing mobility, condividere è meglio!

Scegli uno dei nostri migliori trasportatori!

Richiedi un preventivo gratis

INVIA LA TUA RICHIESTA GRATIS
RICEVI PREVENTIVI GRATIS
SCEGLI IL PREVENTIVO MIGLIORE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *