Moto e scooter d’epoca: spedizione e consegna a basso costo


11 luglio 2016 - Argomento Trasporto moto
Qualche curiosità sul mondo dei veicoli d’epoca, in particolare dei motocicli: documenti, assicurazione ma soprattutto trasporto: per la spedizione di moto e scooter d'epoca scegli Macingo.com!
moto e scooter d'epoca

Le moto e scooter d’epoca sono la tua passione? Ecco come risparmiare sul trasporto…

Quando si parla di moto e scooter d’epoca si pensa a veicoli da museo e da tenere chiusi in garage. Molti sono invece gli appassionati che ci tengono a mantenere “vivi” questi motocicli, facendoli girare per le strade della propria città o partecipando a parate e gare organizzate.

Mantenere un mezzo del genere comporta una cura costante e dei costi non indifferenti. Se siamo disposti a sostenere delle spese per cercare di conservare al meglio il nostro motociclo, cerchiamo almeno di risparmiare in materia di spedizione e consegna in caso di spostamento. Come fare? Lo vedremo insieme ma prima qualche curiosità sul mondo dei veicolo d’poca e in particolare dei motocicli.

Attualmente in Italia è possibile conseguire il riconoscimento di moto d’epoca tramite l’iscrizione ai registri storici ASI e FMI.
Il primo requisito perché una motocicletta possa adire a diventare d’epoca è che fra l’anno di immatricolazione e quello corrente siano trascorsi almeno 20 anni solari completi (non un giorno di meno).
La FMI pubblica ogni anno una lista delle motociclette di “interesse storico” (non sono contemplati i mezzi 50cc, per i quali vige una legislazione diversa): se il motociclo che possediamo è contemplato in questa lista sarà quindi possibile iniziare la pratica. La lista dei motoveicoli di interesse storico non va confusa con quello che è il “Registro Storico FMI”, cioè l’elenco che contempla solo le moto già iscritte dai tesserati FMI.
Per avviare quindi la pratica occorre che la moto possegga le stesse caratteristiche tecniche e gli stessi componenti di quando è stata acquistata; qualora non lo fosse dovrai ripristinare la tua moto fino a riportarla alle condizioni originali.

Per far sì che la tua motocicletta possa diventare d’epoca è necessario essere in possesso dei seguenti documenti:

  • iscrizione ad un Motoclub FMI;
  • il modulo, compilato in ogni sua parte, con i dati del motociclo (recuperabile via internet sul sito della FMI o presso la Federazione Motociclistica Italiana della propria regione);
  • ricevuta di pagamento su c/c postale di 35 € alla FMI;
  • 6 foto del motoveicolo formato 10×15 cm. (due per ciascun lato, una frontale e una posteriore);
  • fotocopia del libretto di circolazione (per motoveicoli targati).

Tutta la documentazione va consegnata presso un ufficio regionale della FMI.

Dal momento che l’esame del motoveicolo sarà esclusivamente fotografico, è consigliabile che le foto siano fatte bene, che si veda la moto nella sua interezza e che la stessa moto non presenti alcun accessorio come telai o bauletti.

I tempi di risposta sono di circa tre mesi: nel caso di problemi in caso di insuccesso viene inviata una risposta che ne indica i motivi, in caso di ammissione viene recapitato a casa il documento plastificato e comprensivo di foto che attestata la venuta registrazione. Da questo momento la moto è d’epoca è può adire ai vantaggi assicurativi e fiscali di cui sopra.
Per veicoli di particolare interesse storico è inoltre possibile ottenere una targa in metallo.

Le moto e scooter d’epoca, per poter circolare su strada, devono essere inserite nei registri del PRA (Pubblico Registro Automobilistico) e necessitano del libretto di circolazione, del pagamento dell’assicurazione e della tassa di circolazione, la cui quota è variabile da regione a regione. Le motociclette che sono state radiate dal PRA non possono viaggiare su strada ma possono comunque partecipare a competizioni e gare organizzate.

L’assicurazione per moto e scooter d’epoca è effettuata da tutte le compagnie assicurative ad un costo che varia tra i 70 ed i 200 euro all’anno; se si tratta poi di moto storica l’assicurazione ha un costo ancora più basso.

Il bollo invece è pagato in misura ridotta per le moto con più di 30 anni; per quelle tra i 20 e i 30 anni di vita l’imposta di bollo varia in base alla regione di appartenenza.

Ed eccoci arrivati al trasporto: come trasportare una moto d’epoca?

Per il trasporto della tua moto e scooter d’epoca puoi scegliere tra diverse modalità di spedizione. Ma quali sono le più sicure e come scegliere quella più economica?

La moto, che sia essa da corsa, da cross, d’epoca o anche un semplice scooter, ha delle particolari caratteristiche proprio nella fase del trasporto: essendo un veicolo a due ruote e godendo quindi di poca stabilità è importante che sia ben fissata e bloccata per evitare che durante il viaggio si possa muovere e danneggiare.
Quali sono queste diverse modalità di trasporto e come fissarla bene perché non si danneggi?
Per il trasporto di moto e scooter d’epoca puoi scegliere tra:

  • il trasporto fai da te su carrello o furgone;
  • il trasporto con corriere;
  • il trasporto su camion.

Se devi partecipare ad un sfilata con la tua moto d’epoca potresti pensare di trasportarla sul carrello trainato dalla tua automobile o su un furgone (magari di un amico!!!). Ma per un trasporto del genere devi essere abbastanza “esperto”, possedere tutto il materiale adatto per bloccare la moto ed evitare che si danneggi e soprattutto avere a disposizione un carrello omologato o un furgone.

Se hai pensato invece di spedire la tua moto con un corriere, ti anticipiamo che non è un’operazione così semplice e nemmeno molto conveniente!

Infine puoi cercare un trasporto moto e scooter d’epoca con camion su Macingo.com. Centinaia di trasportatori esperti e affidabili, registrati sul sito, potranno inviarti i loro preventivi nel momento in cui tu inserirai una richiesta di trasporto. Con pochi click inserisci una richiesta di trasporto moto e scooter d’epoca e in breve tempo potrai effettuare la tua spedizione ad un costo davvero basso per poter partecipare alle varie gare e sfilate organizzate in tutta Italia.

Non perdere altro tempo: corri subito su Macingo.com e inserisci la tua richiesta… 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *