Come trasportare la tua Moto Ape


1 agosto 2016 - Argomento Trasporto moto
Stai pensando di acquistare una Moto Ape? Scopri quante cose potresti fare con questo simpatico motociclo e ricorda: dopo l'acquisto affida il trasporto a Macingo!
moto ape trasporto

La Moto Ape ha fatto e continua fare la storia del nostro paese. Conosciamola meglio…

Uno dei simboli della nostra bella Italia, oltre a quelli più famosi in ambito culinario, culturale e storico è la famosa Moto Ape, mezzo di trasporto che ha fatto la storia negli anni cinquanta e che ancora oggi continua ad avere un suo ruolo importante, in Italia e all’estero.

Nata originariamente come mezzo da utilizzare nell’agricoltura e nell’artigianato, la Moto Ape, oltre ad avere una simpatia unica, è un prodotto di successo, un veicolo conosciuto in tutto il mondo, un compagno di lavoro dalla versatilità senza pari, in grado di trasportare, grazie alla sua costruzione estremamente robusta e affidabile, una quantità di materiale non indifferente.

Un po’ di storia…

La Moto Ape nasce nel 1948 dalla famosa casa produttrice italiana di veicoli a due ruote, la Piaggio. Questo nuovo veicolo derivava chiaramente dalla “Vespa”, tanto che, nelle prime due serie si presentava strutturalmente come una Vespa a due ruote a cui era agganciato un rimorchio.
Il primo modello Ape era identico alla famosa due ruote della Piaggio nella parte anteriore, mentre dietro la novità era rappresentata dalla coppia di ruote con sopra un pianale capace di trasportare 200 kg di carico. All’epoca Ape rivoluzionò la mobilità cittadina grazie alle proprie caratteristiche, essendo un veicolo dal costo contenuto, con facilità di manovra nel più intenso traffico cittadino, e soprattutto adatto e al trasporto a domicilio di piccole quantità di merce.
Anche le campagne si popolarono in poco tempo di questo innovativo veicolo che, oltre ad essere resistente, era anche economico nei costi di gestione, e non richiedeva all’epoca alcune patente per la sua guida.

Come viene utilizzata oggi?

La Moto Ape oggi viene ancora utilizzata per spostare della merce più o meno pesante sulle brevi distanze ma è anche il mezzo preferito di molti anziani che, nostalgici, continuano ad utilizzarla per lavoretti in campagna e dai piccoli venditori di frutta nei mercatini dei paesi più piccoli. Ma non è tutto…

  • Questo veicolo a tre ruote è stato oggetto delle più disparate personalizzazioni fino a trasformalo addirittura in mezzo alternativo e un po’ snob per la mobilità delle persone: fu così che negli anni del boom economico l’Ape Calessino (presentato nel 1949) rivoluzionò il trasporto passeggeri diventando parte del paesaggio nei luoghi più incantevoli delle città d’arte e delle riviere mediterranee.
    A partire dagli anni ’50, Ape Calessino costruì il suo fascino senza tempo legando la sua immagine ai fotogrammi della Dolce Vita, ai divi americani in vacanza nel Bel Paese e sulle spiagge mediterranee, alle loro fughe dai paparazzi che spesso li immortalavano sulla Moto Ape Calessino utilizzato per muoversi nelle località di vacanza.
    Ape Calessino entrò così da protagonista nella vita mondana di località importanti come Forte dei Marmi, Cannes, Capri, Portofino, le isole greche, nelle quali se ne vedono ancora oggi.
  • Un’altra delle personalizzazioni più comuni? La Moto Ape utilizzata come veicolo per la vendita dello “Street Food”, cibo di strada, che vediamo spesso negli angoli delle strade delle grandi città italiane e straniere a vendere panini, bibite, gelati, caffè. Un modo diverso per attirare l’attenzione sui turisti che, in giro per le strade di grandi città d’arte, si fermano davanti a questo simpatico veicolo per acquistare qualcosa da mangiare e ristorarsi.
    Dei modi tutti particolari di cambiare aspetto a questi simpatici veicoli che da semplici mezzi di trasporto merci diventano dei “stravaganti taxi” o dei veri e propri “negozi a tre ruote”.
  • Ma c’è anche chi utilizza le Moto Ape per campagne pubblicitarie e con le così dette “api vela”, grazie alle ridotte dimensioni, possono accedere con facilità il centro città, nelle vicinanze dei mercati rionali e nelle zone dove altri mezzi più grandi non riescono a transitare; possono accedere inoltre alle aree ZTL in quanto sono classificate come ciclomotori.

Come trasportare una Moto Ape?

Se stai pensando di acquistare una moto ape classica o uno dei modelli personalizzati che abbiamo appena visto, puoi farlo anche on-line dai numerosi siti di compravendita di motocicli nuovi o usati.
E per il trasporto? Hai senz’altro bisogno di qualcuno che carichi la tua Moto Ape appena acquistata su un camion (è ovviamente impensabile che venga trasportata diversamente), che venga ben fissata sul mezzo e che la recapiti direttamente a casa nostra.

E a chi rivolgersi per un trasporto del genere?
Beh, anche il trasporto ormai lo puoi acquistare su internet: se devi far arrivare a casa la tua nuova moto ape basta richiedere un trasporto su Macingo.com, il più grande sito web italiano di spedizioni di moto, auto, barche e tanto altro. I trasportatori presenti sulla piattaforma, tutti verificati e certificati, saranno in grado di aiutarti e, visualizzando la tua richiesta, ti invieranno i loro preventivi. Sarai tu a scegliere quello che più ti interessa riuscendo anche a risparmiare notevolmente sul costo finale della spedizione.

Inserisci subito la tua richiesta di trasporto Moto Ape su Macingo.com: effettuerai la spedizione in totale sicurezza e ad un prezzo imbattibile! 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *