Trasporto frigorifero: consigli pratici


9 giugno 2016 - Argomento Trasporto Mobili
Se ti serve un trasporto frigorifero veloce ed affidabile non puoi che affidarti a Macingo.com e seguire i nostri suggerimenti. In questo articolo vediamo come preparare il frigo per il trasporto e come spostarlo senza fare troppi danni!
trasporto frigorifero

Qualche utile suggerimento per un ‘facile trasporto’ frigorifero

Quali sono gli elettrodomestici che in una casa non possono assolutamente mancare?

La lavatrice, il forno, la lavastoviglie, il congelatore… Di questi elettrodomestici non si può più fare a meno! abbiamo volutamente tralasciato il più importante, quello che in qualsiasi casa anche la più piccola, non può assolutamente mancare: Il frigorifero. Si può fare a meno della lavastoviglie e addirittura del forno ma del frigorifero proprio no: come conserveremmo altrimenti i nostri alimenti freschi? Sotto sale o in cantina come facevano i nostri bisnonni? Mmmmh è difficile oggi mettere cura nelle conserve come facevano i nostri antenati. Ecco che, quindi, il frigorifero diventa il primo elettrodomestico in assoluto di una casa. Vediamo insieme come può avvenire il trasporto frigorifero quando vai a vivere nella tua nuova casa o nel momento in cui devi traslocare.

Come preparare e sistemare il frigorifero per il trasporto

Prima di effettuare il trasporto frigorifero è importante che l’elettrodomestico sia svuotato, sistemato accuratamente e preparato nel migliore dei modi per far si che non si danneggi durante il viaggio.

Primo step: svuotare il frigorifero

Il modo migliore per svuotare il frigorifero è… mangiare tutto! 😀

Magari poco per volta, smaltendo il contenuto del frigorifero durante i pasti. Ciò eviterà che le nostre conserve vadano a finire nella spazzatura. Nei giorni che precedono il trasloco conviene, dunque, non fare acquisti esagerati di alimenti da frigo così da avere più tempo per mangiare quello che già abbiamo.

Secondo step: pulire il frigorifero

Una volta che abbiamo consumato tutto il contenuto del frigo, possiamo staccare la corrente elettrica e iniziare a pulire accuratamente le parti interne ed esterne del grande elettrodomestico. È un’operazione questa che si potrebbe fare anche dopo il trasporto frigorifero, ma ti consigliamo di farlo in questa fase: è bene che il frigo si muova pulito.
Puoi procedere alla pulizia del figorifero con i tradizionali metodi: per l’esterno potrai utilizzare un panno umido e uno spray adatto a quel tipo di superficie, risciacquando bene per evitare la formazione di aloni; per l’interno invece dovrai prestare maggiore attenzione: utilizza prodotti naturali o che siano comunque poco abrasivi. Per facilitare i vari passaggi per la pulizia, togli prima tutte le parti mobili del frigo, come i ripiani e le griglie, che potrai lavare (anche con un comune detersivo per i piatti), sciacquare e asciugare a parte.

Per la pulizia all’interno del frigo, potrai utilizzare:

  • detersivo dei piatti;
  • bicarbonato;
  • aceto bianco;
  • limone.

Se decidi di pulire il frigorifero con un comune detersivo dei piatti, sciacqua bene con abbondante acqua, in modo che non restino residui nella parte che sarà più a contatto con gli alimenti.

Per pulire il frigo con il bicarbonato dovrai invece sciogliere, in mezzo litro di acqua tiepida, un cucchiaio di bicarbonato e iniziare a pulire l’interno (se vuoi con questa soluzione potrai pulire anche l’esterno) con un panno spugna.

La pulizia con l’aceto bianco è invece adatta per eliminare macchie più resistenti. L’aceto va ovviamente diluito in un po’ d’acqua.

Infine per completare la pulizia potresti utilizzare anche il succo di un limone diluito in una tazza di acqua e con un panno in microfibra, ripassare l’interno, l’esterno e le parti mobili per eliminare tutti gli odori.

Ma come preparare il frigorifero per la spedizione?

Prima di procedere con la ricerca di qualcuno che ci aiuti a eseguire il trasporto frigorifero, è bene preparare il nostro elettrodomestico alla spedizione. Ci servirà:

  • del nastro adesivo;
  • dei teli di plastica per l’imballaggio;
  • un panno di lana o dei vecchi maglioni;
  • un carrello a due ruote.

Basta procedere con alcune semplici operazioni:

dopo aver terminato la pulizia del frigorifero, fissa bene la porta del frigorifero col nastro adesivo (meglio se di carta); dopo di che, se vuoi che il tuo frigorifero sia ben protetto durante il trasporto, puoi avvolgerlo in un telo di plastica fissato con dello scotch.
Una volta imballato, per poterlo spostare in casa ti consigliamo di utilizzare un panno o dei vecchi maglioni da mettere sotto la base per poterlo far scivolare senza fare danni all’elettrodomestico stesso e al pavimento di casa. Se poi possiedi un carrello a due ruote sarà tutto più semplice.

Se vuoi conoscere qualche curiosità per un  trasloco facile, leggi i nostri articoli correlati 😉.

 

Il frigorifero è pronto per il trasporto?

Poche le ultime raccomandazioni:

  • blocca bene il cavo di alimentazione per evitare che sia di intralcio durante il trasporto;
  • evita di ribaltare il frigo e di farlo trasportare in posizione orizzontale, meglio se anche durante il viaggio rimane in posizione verticale (assicurati che non venga trasportato a testa in giù!!!);
  • cerca un trasportatore serio e affidabile su Macingo.com: inserisci una richiesta di trasporto frigorifero sul sito e riceverai in breve tempo preventivi a prezzi imbattibili. È semplice, devi solo completare la richiesta con pochi semplici click e potrai, senza particolari sforzi e stress, spedire il tuo frigorifero in modo sicuro, veloce ed economico;
  • ricordati, a trasporto completato, di lasciare scollegato il frigorifero per alcune ore (almeno 3) per far si che l’olio e il liquido si stabilizzino all’interno del motore.

Durante il trasloco, per il tuo trasporto frigorifero, non affidarti a chiunque: scegli la professionalità di Macingo.com!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *