Trasporto barca su carrello: consigli utili


8 maggio 2016 - Argomento Trasporto Barche
Segui i nostri consigli su come trasportare una barca su un carrello. Si avvicina l'estate e non puoi organizzare lo spostamento della tua imbarcazione all'ultimo momento. Non farti trovare impreparato. Leggi qui...

Con l’estate ormai alle porte è tempo di iniziare a programmare il trasporto barca per le vacanze al mare.

Se abbiamo deciso di trascorrere qualche giorno di relax in barca, coccolati dalle onde del mare, dobbiamo metterci subito all’opera e organizzare il trasporto barca fino alla località balneare che abbiamo scelto.

Se non sai come procedere, ti diamo alcune indicazioni in merito al trasporto barca e alle varie possibilità che hai per far arrivare a destinazione la tua imbarcazione senza dover incorrere in sanzioni e senza ritrovarti a spendere una fortuna!

Hai deciso di trasportare da solo il tuo natante con un carrello per barca?

 

Prima di ogni cosa: la tua barca è carrellabile?

Devi sapere che per effettuare un trasporto con un carrello ci sono diversi limiti in termini di lunghezza, altezza e peso. Se possiedi una barca troppo grande, per effettuare gli spostamenti devi essere in possesso di una patente “speciale” (patente BE) oppure sarai costretto ad affidarla a chi compie trasporti barche per mestiere.

I limiti per gli autoveicoli che trasportano merci con carrello sono i seguenti: 12 metri di lunghezza (comprendenti sia la vettura sia il carrello), 4 di altezza, 2,55 di larghezza con una tolleranza che arriva fino a 3 metri. I gommoni hanno la possibilità di sgonfiare i tubolari laterali per poter rientrare nei limiti.

Sulla parte relativa al peso invece la questione diventa più complessa:

  • Se possiedi la patente di guida B il limite massimo di peso per il trasporto è complessivamente di 3.500 Kg (automobile + carrello + imbarcazione).
  • Per poter trasportare una barca con una massa superiore, se possiedi la patente di guida B, dovrai sostenere una prova di capacità e comportamento sul complesso di veicoli specifici al superamento della quale si conseguirà la cosiddetta “Patente B codice 96”. La prova è composta dall’esecuzione delle seguenti manovre: accelerazione, decelerazione, retromarcia, frenata, parcheggio, spazio di frenata, oscillazione di un rimorchio, cambio di corsia, frenata/schivata, sgancio di un rimorchio dal veicolo a motore e riaggancio allo stesso. Con questa patente sarà possibile agganciare un rimorchio e trasportare fino a un massimo di 4.500 Kg.
  • Se la tua imbarcazione è ancor più pesante dovrai possedere un patente di tipo BE, che abilita al trasporto fino a 7.000 Kg, oppure affidarla a trasportatori professionisti.

 

Il carrello TATS (Trasporto Attrezzature Turistiche e Sportive) deve essere omologato e controllato

Per poter trasportare la tua imbarcazione devi assicurarti che il carrello che possiedi sia adatto ad accogliere la tua barca affinché tu possa effettuare tranquillamente il viaggio senza la paura di perdere la barca per strada.

L’omologazione del carrello è obbligatoria e per legge è necessario immatricolarlo; quasi sempre l’immatricolazione viene effettuata dal rivenditore.

Se possiedi un carrello per trasporto barca non immatricolato dovrai:

  • Fare una richiesta all’ufficio più vicino a voi della Motorizzazione Civile, presentando anche il certificato di conformità del mezzo;
  • Se non possiedi questo certificato, dovrai sottoporre il rimorchio ad un collaudo e ti sarà rilasciata la Carta di circolazione;
  • A questo punto potrai fare l’immatricolazione e al contempo, ti saranno consegnate le due targhe da fissare nel paraurti posteriore del carrello, una gialla che è la targa ripetitrice da esporre a sinistra e una bianca che è la targa del rimorchio da mettere a destra.

Dopo l’immatricolazione si potrà fare richiesta al PRA (Pubblico Registro Automobilistico) del Certificato di proprietà.

 

C’è bisogno anche dell’assicurazione

Proprio così. Anche questi tipi di rimorchi necessitano di una polizza assicurativa. Va fatta qui però una distinzione: il carrello, può essere coperto dall’assicurazione dell’auto che lo traina, che specificherà appunto anche l’estensione per il rimorchio in caso di incidente. Nel caso in cui invece il carrello viene staccato dalla vettura e viene, ad esempio, lasciato in un parcheggio pubblico, il proprietario avrà l’obbligo di assicurarlo per il ‘rischio statico’ per non incorrere in eventuali sanzioni.

Infine ricordati che anche per il carrello per il trasporto barca va pagato annualmente il bollo di circolazione e va fatta la revisione ma solo presso la Motorizzazione Civile, in quanto le officine private non ne hanno l’autorizzazione.

 

La parte documentale è ok? Fai qualche altro controllo e sei pronto per partire…

Prima di iniziare il viaggio per spostare la tua barca, fai un controllo completo al carrello, partendo dai pneumatici: verifica la pressione, che varia a seconda del carico e del tipo di gomme. Controlla, inoltre, il corretto funzionamento dell’impianto franante, del sistema di aggancio, delle luci e dei catadiottri.

Ora sei davvero pronto per partire: prepara la tua barca e posizionala sul carrello (leggi Trasporto barche. Come mettere in sicurezza una barca per il trasporto).

Ricorda solo che quando si traina una barca i limiti di velocità variano: in autostrada il limite è di 80 Km/h e, 70Km/h su strade extraurbane secondarie e 50 Km/h nei centri abitati.

 

Ma sei davvero disposto ad affrontare queste spese e la produzione della documentazione necessaria solo per trasportare la tua barca un paio di volte all’anno?

Non sarebbe meglio e anche molto più conveniente, affidare la tua imbarcazione ad un trasportatore esperto? Macingo.com può aiutarti a trovarne uno: basta qualche semplice click e in poco tempo sarai in grado di scegliere tra numerosi preventivi, dei migliori trasportatori di barche d’Italia, quello più economico.

Inserisci allora una richiesta sul nostro sito, specifica le date e i luoghi di carico e consegna e poi dovrai solo scegliere. Macingo.com ti aiuterà a trovare il trasporto più adatto alle tue esigenze e tu potrai iniziare a rilassarti già prima di essere in vacanza!

 

Leggi cosa dicono di NOI su VelaNet😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *