Spedire prodotti alimentari: cosa serve sapere


15 dicembre 2016 - Argomento Trasporti per Aziende
Gli alimenti sono una tra le categorie di merce più movimentate ma anche tra le più normate. Di seguito tutto quello che devi sapere prima di spedire prodotti alimentari.
spedire prodotti alimentari

È molto facile oggi spedire pacchi con alimenti a parenti o amici lontani da casa. Le aziende agro-alimentari che necessitano di trasportare la loro merce, devono invece osservare alcune norme.

I prodotti alimentari sono una tra le categorie di merce più “movimentata” soprattutto in Italia, Paese della buona cucina e di prodotti culinari di alta qualità. Sono tanti quei genitori che, avendo figli e nipoti che vivono lontano da casa, spediscono abitualmente prodotti alimentari (soprattutto fatti in casa): conserve, confetture, prodotti tipici locali da poter consumare ricordando i sapori e gli odori dell’infanzia e di quei paesi dai quali si è dovuti partire per costruire un futuro migliore. Per non parlare dei prodotti tipici natalizi che in questo periodo molti inviano a parenti ed amici sparsi nel mondo. Vediamo subito allora come spedire prodotti alimentari e soprattutto come preparare nel migliore dei modi il pacco per il trasporto.

 

Come imballare gli alimenti e preparare un pacco

Se stai pensando di voler spedire prodotti alimentari tramite corriere o con padroncino (che potrai trovare su Macingo), ti diamo alcuni consigli per preparare nel migliore dei modi il pacco con un corretto imballaggio.

  • La prima cosa da fare è procurarti una scatola (una di quelle adatte per le spedizioni) che pensi possa contenere tutti i prodotti facendo attenzione che non sia troppo grande.
  • Avvolgi gli alimenti in fogli di giornale o in fogli di plastica per imballaggio in modo che vengano protetti da eventuali urti.
  • Se devi spedire salumi e/o formaggi, assicurati che sia confezionati sottovuoto e che possano viaggiare anche a temperatura ambiente.
    Per quanto riguarda invece i cibi in scatola o i liquidi in latta (come l’olio) provvedi ad un imballaggio più resistente: inseriscili tutti in uno scatolo più piccolo e confeziona ciascun pezzo in un sacchetto di plastica, per evitare di rovinare il resto del merce nel caso in cui dovesse fuoriuscire del liquido. Inserisci nello scatolo dei fogli di polistirolo per evitare che si muovano e che possano lesionarsi.
    Utilizza lo stesso procedimento per le bottiglie di vetro; anche queste vanno confezionate singolarmente (avvolgi ogni bottiglia anche con cartoncino ondulato) e inserisci in uno scatolo ben sigillato e ben imballato.
  • Metti il cibo nella scatola di cartone e riempire gli eventuali spazi vuoti con fogli di giornale appallottolati o con le chips di polistirolo in modo che gli alimenti rimangano bloccati tra di loro.
  • Sigilla il pacchetto con del nastro adesivo; scrivi “FRAGILE” su tutti i lati della confezione, soprattutto se all’interno vi sono contenitori di vetro.

Come preparare un pacco di alimenti freschi

Se invece devi spedire di prodotti freschi o surgelati (quindi deperibili) le cose si complicano un po’. Ma niente paura: con i giusti accorgimenti sarà un gioco da ragazzi!

Segui questi semplici passaggi:

  1. procura un contenitore di polistirolo con il coperchio e con uno spessore compreso tra i 4 e i 6 cm;
  2. inserisci i vari prodotti in appositi contenitori alimentari di plastica o sottovuoto in caso di carni, salumi e formaggi freschi;
  3. riponili nel contenitore in polistirolo, avvolgili e ricoprili con ghiaccio secco o gel refrigerante;
  4. riempi tutti gli spazi vuoti all’interno del pacco con materiale da imballaggio o carta di giornale per evitare movimenti del prodotto durante il trasporto;
  5. chiudi il contenitore con l’apposito coperchio e inseriscilo all’interno di un cartone per la spedizione;
  6. sigilla lo scatolo con del nastro adesivo e scrivi su tutti i lati della confezione la dicitura “FRESCO”.

 

La spedizione di prodotti alimentari però non avviene solo per motivi personali; pensiamo, ad esempio, alla movimentazione e all’import-export di alimenti a scopo commerciale e promozionale.

Ma come deve avvenire questo tipo di trasporto? Quali norme bisogna osservare? Vediamo quali sono le cose da conoscere prima di effettuare una spedizione di alimenti.

 

Coma avviene il trasporto di alimenti

Quasi tutti i corrieri e le ditte di trasporto effettuano il trasporto di alimenti; quando parliamo di spedizione di derrate alimentari è importante fare due principali distinzioni: gli alimenti non deperibili e quelli deperibili (di quest’ultima categoria andrebbe poi fatta la distinzione tra fresco e surgelato ma ne parleremo in seguito).

Spedire prodotti alimentari deperibili

Vediamo brevemente come avviene il trasporto di alimenti deperibili.
Questo tipo di spedizione deve avvenire ovviamente con dei veicoli isotermici dotati di dispositivo di produzione del freddo; ciò consente, con una temperatura media esterna di +30°C, di abbassare la temperatura all’interno della cella mantenendola costantemente stabile. Esistono tre tipologie di veicoli isotermici:

  1. quelli di CLASSE A che sono dotati di sistema un di raffreddamento che consente di scegliere una temperatura compresa tra +12°C e 0°C;
  2. quelli di CLASSE B che possono arrivare a un temperatura compresa tra +12°C e –10°C;
  3. e infine, quelli di CLASSE C che raggiungono una temperatura compresa tra +12°C e –20°C.

I trasportatori, quando effettuano trasporti che rientrano in una di queste categorie, devono tenere costantemente sotto controllo la temperatura.

 

È l’A.T.P. (Accord Transport Perissable, abbreviazione di “Accordi sui trasporti internazionali delle derrate deteriorabili e dei mezzi speciali da utilizzare per questi trasporti”) il documento principale che regolamenta il trasporto di prodotti alimentari deteriorabili.
Per spedire prodotti alimentari freschi o surgelati quindi non è possibile affidarsi ai tradizionali corrieri. Se la tua azienda deve movimentare questo tipo di merce avrai bisogno di una ditta di trasporto specializzata e con tutti i mezzi adatti che predispongano di cassoni refrigerati e di tutte le certificazioni emesse dalle autorità competenti.

Dove cercare delle ditte simili? Prova su Macingo!

 

Spedire prodotti alimentari non deperibili

Le spedizioni di alimenti non deperibili e di bevande invece vengono effettuate da quasi tutti i corrieri e dalle aziende di trasporto. Anche in questo caso però è necessario seguire delle regole specifiche, primi fra tutti i requisiti igienico-sanitari previsti dall’all. II, cap. IV, del Reg. CE 852/2004.

Tra i generi alimentari non deperibili (conservabili cioè a temperatura ambiente) rientrano tutti quegli alimenti a scarso contenuto idrico e conservabili a lungo anche in ambienti non del tutto favorevoli. Rientrano in questa categoria buona parte degli alimenti tostati o essiccati come pasta, pepe, spezie, riso, caffè, cacao, tè. Tra gli alimenti non deperibili anche quelli liofilizzati, lo scatolame, le conserve in liquido di governo (quel liquido in cui vi è immerso un alimento che ha funzione conservante, come la salamoia, l’olio, l’aceto); rientrano in questa categoria anche alcuni alimenti conservati sotto sale.

 

Anche se l’automezzo impiegato per spedire prodotti alimentari non deperibili non necessita di particolari dispositivi per il mantenimento della temperatura refrigerata, i materiali utilizzati per la coibentazione del cassone devono comunque assicurare e garantire un temperatura tale da preservare la conservazione dei prodotti. Un buon isolamento termico è quindi necessario per limitare l’esposizione a temperature troppo elevate e a fonti di calore spesso controindicate nelle etichette di molti prodotti, soprattutto delle bevande.

 

Le ditte di trasporto quindi sono tenute a garantire il rispetto dei requisiti per la conservazione di ciascun tipo di alimento e devono inoltre mantenere puliti i vani di carico e sottoporli a regolare manutenzione.

 

Ma a chi rivolgersi quindi per spedire prodotti alimentari?

 

Se la tua azienda deve effettuare questo tipo di spedizioni, non puoi che affidarti a Macingo! Le ditte di trasporto presenti sulla piattaforma infatti, tutte certificate e controllate, effettuano anche trasporti di prodotti alimentari deperibili e non.
Cosa aspetti allora?

Basta inserire una richiesta e in pochi minuti e con pochi click potrai organizzare il tuo trasporto!

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *