Trasporti eccezionali: a chi rivolgersi per il trasporto merci ingombranti


8 agosto 2016 - Argomento Trasporti per Aziende
I trasporti eccezionali di merci sono da sempre una materia difficile e affrontarne l'organizzazione può essere davvero complesso. Scopri tutti i dettagli in questo articolo e affidati a Macingo per organizzare al meglio il tuo trasporto di merci ingombrati.
trasporti eccezionali

La tua impresa deve effettuare spedizioni di merci voluminose? Scopri come avvengono i trasporti eccezionali…

Tutte le aziende hanno necessità di spostare le loro merci, i loro macchinari o i semilavorati. E per le merci ingombranti? Cosa fare quando si devono effettuare trasporti eccezionali? Vediamo insieme di capire quando un trasporto viene definito ‘eccezionale’, che tipologie di mezzi occorrono per eseguirlo e con quale documentazione.

Cosa sono i trasporti eccezionali?

Un trasporto è definito eccezionale quando le sue dimensioni e/o la sua massa superano i limiti imposti dagli artt. 61 e 62 del C.d.S (Codice delle Strada). L’articolo 10 del C.d.S regola i trasporti eccezionali, materia molto delicata che nel corso degli ultimi anni ha subito diverse variazioni e modifiche ad opera del Ministero dei trasporti.
Prima di tutto è bene fare una distinzione tra veicolo eccezionale e trasporto in condizione di eccezionalità:

  • Il veicolo eccezionale: un veicolo è immatricolato come eccezionale quando è adoperato per il trasporto di cose, inclusi i rimorchi, o persone, e nella propria configurazione di marcia e per specifiche esigenze funzionali, assume assetti tali da superare i limiti dimensionali e di massa, per specifica categoria, imposti dagli artt. 61 e 62 del Codice della Strada. Quando il veicolo circola senza superare tali limiti, pur rimanendo un veicolo eccezionale, non necessità di autorizzazione per circolare, sottostando alle norme applicabili a tutti gli altri veicoli.
  • Il trasporto in condizioni di eccezionalità riguarda diverse tipologie di trasporto merci, tra cui può rientrare il trasporto di cose indivisibili con un peso ed una dimensione superiori ai limiti fissati dagli articoli 61 e 62 del Codice stradale. I trasporti eccezionali, invece, possono essere effettuati anche con veicoli normali, che con il carico superano i limiti dimensionali previsti per la propria categoria.

I trasporti possono essere eccezionali per:

  • dimensioni: effettuabili anche con veicoli normali, purché non vengano superati i limiti di massa, ma che per le caratteristiche dell’oggetto trasportato superano i limiti dimensionali dell’art. 61 C.d.S;
  • massa: effettuabili solo con veicoli aventi adeguata portata e immatricolati come eccezionali, sia che si superino o che non si superino i limiti dimensionali dell’art. 61 C.d.S.

I trasporti eccezionali possono essere eseguiti solo dopo l’ente proprietario dell’infrastruttura stradale ha rilasciato un’apposita autorizzazione.

Con quali dimensioni i trasporti ricadono nella categoria ‘eccezionali’?

Un trasporto regolare deve avvenire entro le dimensioni stabilite dagli articoli 61 e 62 del Codice del Strada; le normali misure di sagoma, oltre le quali si rientra nella definizione di trasporto eccezionale, sono rispettivamente di non più di 16.50 metri di lunghezza, di 2.55 metri di larghezza (per i veicoli con temperatura controllata si può arrivare a 2.6 metri) e 4 metri di altezza. La lunghezza è comprensiva di un eventuale rimorchio e può raggiungere i 18.75 metri in casi di particolari tipi di motrice con rimorchio.
Le dimensioni massime dei trasporti eccezionali non sono esplicitate ma, come abbiamo già visto, vengono definiti i parametri minimi perché un mezzo di trasporto rientri nella classificazione di trasporto eccezionale.

Quindi:

  • in caso di auto o trattori con rimorchio o semirimorchio è valido il limite di 16.50 metri;
  • in caso invece di camion, con motrice e rimorchio, si parla di trasporti speciali quando si supera la lunghezza di 18.75 metri.

Inoltre, soprattutto in caso di altezze e larghezze superiori a quelle definite dal codice della strada, i veicoli devono pianificare con attenzione il percorso, per non ritrovarsi in situazioni di difficoltà di passaggio, soprattutto per la presenza di ponti o di strade più strette. Per questo motivo la circolazione dei veicoli eccezionali deve essere pianificata da aziende esperte nella dinamica della circolazione stradale, nella guida e nella gestione di casi di emergenza su strada.

La tipologia di trasporto varia anche in base al peso e alla struttura del veicolo, se cioè ha un numero di assi pari o superiori a quattro. Nel primo caso, il peso che permette di essere classificato come trasporto eccezionale è di 40 tonnellate, nel secondo caso di 44 tonnellate.

Quali autorizzazioni servono per i trasporti eccezionali?

Per poter effettuare un trasporto eccezionale è necessario richiedere un’autorizzazione. Ma a chi rivolgersi? La risposta non è così semplice. Dopo aver stabilito con la massima precisione il tragitto che si intende effettuare, vanno verificate le tipologie di strade che verranno percorse: comunali, provinciali o statali.

In caso di viaggio che includa strade, per esempio, sia provinciali che comunali, sarà obbligatorio fare richiesta a entrambi gli enti. La richiesta va effettuata in carta semplice con marca da bollo. L’ente valuterà quindi, a sua totale discrezione, se sarà necessario fornire una scorta al nostro trasporto o se il viaggio comporterà costi di altro tipo (come ad esempio il danneggiamento del manto stradale).
Per quanto riguarda la tempistica, occorre richiedere l’autorizzazione almeno quindici giorni prima del trasporto oppure si possono richiedere autorizzazioni una tantum o per un determinato periodo. Solo dopo il rilascio di questa autorizzazione potremo procedere, rispettando le indicazioni forniteci dagli enti, con il trasporto del nostro carico eccezionale.

Per i trasporti eccezionali sono richieste infine anche delle machine di scorta; ne esistono di due tipologie: la scorta tecnica e la scorta della polizia stradale.
È richiesto il loro utilizzo in base alle caratteristiche del trasporto e alla tipologia di percorso stabilito.

Scegli i trasporti eccezionali di Macingo.com

La più grande piattaforma italiana può essere di aiuto anche alla tua azienda per il trasporto di merce voluminosa, che richiede un notevole lavoro nell’organizzazione e nell’esecuzione. Ed è per questo che inserendo una richiesta su Macingo.com riuscirai ad organizzare più velocemente i tuoi trasporti eccezionali, grazie alla professionalità dei numerosi trasportatori presenti sul sito e alla continua assistenza di un team preparato e sempre pronto ad aiutarti e chiarire ogni tuo dubbio.

Per la tua azienda scegli sempre servizi di qualità… Scegli Macingo.com! 🙂

Una risposta per “Trasporti eccezionali: a chi rivolgersi per il trasporto merci ingombranti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *