Trovare casa in affitto: come fare?


15 marzo 2017 - Argomento Traslochi
Quando lo studio, il lavoro, la famiglia ti costringono a cercare una nuova soluzione abitativa, spesso la decisione è quella di prendere una casa in affitto. Ma è davvero così semplice trovare l'abitazione giusta? Non sempre...
trovare casa in affitto

Come iniziare la ricerca di un appartamento? Come evitare le truffe? Qualche consiglio utile per trovare casa in affitto.

Capita a tutti prima o poi di dover lasciare mamma e papà: lo studio, il lavoro, il matrimonio, la voglia di indipendenza… sono questi i motivi principali della ricerca di una nuova casa. Spesso lo studio e il lavoro ci costringono ad allontanarci dalla nostra città o dalla nostra nazione e trovare casa in affitto diventa una vera e propria necessità.
Altre volte invece, passi importanti come la costruzione di una nuova famiglia – con il matrimonio o la convivenza – o semplicemente la scelta di andare a vivere da soli, ci costringono a mettere temporaneamente da parte l’idea dell’acquisto di un immobile, facendoci scegliere “la via semplice” del contratto di affitto.

Ma è davvero così semplice trovare casa in affitto? Non sempre purtroppo! Se anche tu sei tra quelli che ha iniziato la ricerca di una nuova abitazione, ti diamo qualche utile consiglio.

 

Inizia la ricerca: annunci, siti o agenzie?

Ci sono diversi modi per trovare una casa in affitto.

Il primo potrebbe essere quello di scrivere un annuncio: puoi faro sui giornali economici locali o su internet. È importante specificare dettagliatamente chi sei (età, lavoro, situazione familiare, sesso) e la tipologia di appartamento che cerchi (zona, metratura, spesa massima sostenibile, arredato o libero).
Se stai cercando affitti da privati ricordati di aggiungere, alla fine messaggio, le diciture “no agenzie” e “no perditempo”.

 

La seconda soluzione, quella oggi più in voga, è quella di affidarsi alla rete. Numerosi sono siti che propongono annunci per trovare casa in affitto. Ma attenzione non tutto è oro ciò che luccica: fai attenzione alla qualità del sito e degli annunci.
In questi casi è sempre meglio affidarsi a piattaforme consolidate e leader nel settore.
Quando fai una ricerca online ti consigliamo di fare una selezione di annunci che potrebbero essere di tuo interesse; anche se nella descrizione leggerai sicuramente aggettivi come “centrale”, “comodo”, “prossimo ai mezzi”, potrai correre il rischio di trovarti in piena periferia. Apri Google Maps e, per evitare spiacevoli sorprese, controlla dove si trovano i vari appartamenti.

 

Potresti poi affidarti a un’agenzia: le garanzie di trovare un buon appartamento sono maggiori, ma ovviamente anche i costi. Affidarsi a un’agenzia potrebbe rivelarsi la scelta migliore quando si ha poco tempo da impiegare nella ricerca o su internet non hai trovato nulla di soddisfacente.

 

Se poi invece hai del tempo libero e la città o il quartiere non sono molto distanti, potresti pensare di fare una passeggiata e dare un’occhiata ai balconi dei palazzi, nei bar, ai semafori, sui muri… insomma in tutti i luoghi in cui solitamente si espongono manifesti con annunci.
Altri “fornitori” di notizie da non sottovalutare possono essere gli studi di geometri, architetti, commercialisti ed uffici di notai.

 

 

Cosa controllare quando si visita per la prima volta una casa?

 

Dopo aver trovato la casa che potrebbe fare al caso nostro è necessario fare un controllo dell’appartamento di persona o, ancora meglio, accompagnati da un amico esperto.
Al momento della visita dell’immobile il tempo può essere poco e bisogna approfittarne per chiedere veramente tutto al proprietario, o alla persona che ci sta mostrando l’abitazione. Se pensi che qualcosa ti possa sfuggire, fai un elenco scritto delle domande più importanti da fare e delle cose da controllare.
Queste principalmente le cose da controllare:

  1. Gli impianti elettrici: sono sani? Funzionano?
  2. Gli infissi esterni: In che stato sono? Spesso se non mantenute correttamente potrebbero causare fuoriuscite di calore con conseguenti rincari sulle bollette.
  3. Il riscaldamento è centralizzato? Nel caso in cui non ci fosse, il termosifone è in grado di assicurare un adeguato calore?
  4. Controlla lo stato dei muri e verifica che non ci sia muffa.
  5. Controlla lo stato delle tubature e dei sanitari dei bagni.
  6. Chiedi informazioni sul vicinato.
  7. Chiedi subito al locatore se tutta la casa sarà effettivamente a tua disposizione. Alcuni proprietari infatti impediscono l’accesso ad alcune stanze.

 

Per qualsiasi altro dubbio, chiedi sempre delucidazioni al proprietario.

 

 

Qualche altra precauzione prima della firma del contratto

 

Non fermarti alle sole informazioni che ti ha dato il proprietario dell’immobile, fai qualche ulteriore “indagine”. Ad esempio se l’appartamento ha problemi di infestazione o problemi legali come ipoteche e pignoramenti. Nel primo caso puoi informarti dai vecchi inquilini sullo stato di pulizia della casa (se ne hai l’occasione), oppure chiedere comunque di effettuare la disinfestazione prima di subentrare.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *